VINO IN FARMACIA

Quando le farmacie non erano soltanto esercizi di commercio al dettaglio ma veri e propri laboratori di preparati galenici, anche il vino, talvolta, soprattutto aromatizzato, è stato protagonista. Perché? La farmacologia a fine ‘800 si basava prevalentemente sull’erboristeria, ed era proprio il farmacista a possedere una completa conoscenza delle proprietà terapeutiche e organolettica di ciascuna spezia.