fbpx

Pistoia Blues 2019 – 6 luglio

Il 6 luglio sarà sul palco di Piazza Duomo una delle rock band americane più amate e seguite, i ThirtySecondsToMars. La band fondata da Jared e ShannonLeto nel 1998 a Los Angeles sarà protagonista del sabato sera con le canzoni del suo ultimo album “America” e gli hit del passato che hanno scalato tutte le vette dell’airplay e dello stream mondiale. La band di Jared Leto (che è anche un grande attore hollywoodiano) è celebre per il suo rock avveniristico ricco di nuove sonorità e simbolismi. La presenza scenica di Leto è straordinaria e vale da sola il prezzo del biglietto e le accelerazioni musicali hard rock e neoprogressive inseriscono i TSTM in un filone del rock contemporaneo che il festival ha esplorato nel corso dei 40 anni di storia con band come gli ArcticMonkeysEditors, o SkunkAnansie. Sugli altri palchi dalle 20:30 ad ingresso libero: il cantautore ValerioSanzotta e Angelo Leadbelly Rossi (Piazza dello Spirito Santo), i BluesFellows (Piazza Della Sala), il rock dei Nevrorea e degli Incomodo (Piazza Gavinaga), il progetto Allievi Buskers (Piazza Dell’Ortaggio).

In particolare piazza dello Spirito Santo si popola di musica di buona musica e SECCO sarà in prima linea nel dare il massimo con la sua eccezionale cucina e selezione di bollicine!!!

Ecco il programma della serata del 6 luglio:

20.30  Valerio Sanzotta – E’ un artista a tutto tondo il ricercatore romano Valerio Sanzotta, classe 1979, il cui secondo album, ‘Prometeo liberato’, prodotto dalla etichetta discografica veronese Vrec di David Bonato, uscirà domani, venerdì 6 aprile. Poeta, scrittore, musicista, cantautore, chitarrista, Sanzotta, che nel 2008 ha partecipato al Festival di Sanremo nella sezione”nuove proposte” con il brano ‘Novecento’, è consapevole di essere lontano dallo stereotipo del cantante rock e si definisce un cantore, come coloro che nell’antichità, suonando la cetra, deliziavano il pubblico con i loro versi. Uno di questi fu Omero, a proposito del quale Valerio afferma: ‘Omero era cieco, vedeva con gli occhi interiori. La cecità è quasi un emblema del poeta, perché attraverso la poesia l’essere umano può giungere al cuore delle cose ad occhi chiusi’. Ed aggiunge: ‘Abbiamo bisogno dell’arte per leggere e comprendere il mondo’.
Il richiamo dell’epoca greca e latina è potente ed irresistibile. La letteratura classica influenza tutta la produzione di Sanzotta, e lo si evince già dal titolo del suo album, che unisce alla tradizione dei cantautori internazionali quella del folk-rock indie con incursioni nella sperimentazione sonora. Esso contiene brani ricchi di citazioni musicali (vi è un’allusione a Bob Dylan, Syd Barrett, Nick Drake, Cat Power e a Peter Hammill), cinematografiche (Fellini) e letterarie (da Shakespeare a Dylan Thomas, da Rimbaud a Thomas S. Eliot, fino alla poetessa romagnola Mariangela Gualtieri, con la quale Valerio intrattiene un’amichevole corrispondenza). Scopri di più su di lui sul suo Sito Ufficiale

22.00  Leadbelly Rossi – Angelo “Leadbelly” Rossi ha scelto di iniziare la sua attività di bluesman acustico ispirandosi proprio a lui. La scelta non è casuale, Angelo nel suo essere musicista di blues, ha stati d’animo molto vicini al suo mentore. Con la stessa enfasi assume sembianze di songster. Proponendo una musicalità versatile che pesca anche nella tradizione acustica bianca, unita a doti di intrattenitore, divertente ed ironico; sa concentrarsi sul drammatico ed evocatico blues del delta, sa esternare l’emozionante espressività sacra del gospel. Il tutto è messo in atto da un canto che gli permette di passare da toni aspri e lamentosi, a quelli più dolci, accompagnandosi con le sue chitarre, armonica e kazzo, suonati con la stessa istintività e purezza del canto. Scopri più informazioni su di lui QUI e su Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *